STORIA

Deh peregrini che pensosi andate.

E dissi 'peregrini' secondo la larga significazione del vocabulo; ché peregrini si possono intendere in due modi, in uno largo e in uno stretto: in largo, in quanto è peregrino chiunque è fuori de la sua patria; in modo stretto non s'intende peregrino se non chi va verso la casa di sa' Iacopo o riede. E però è da sapere che in tre modi si chiamano propriamente le genti che vanno al servigio de l'Altissimo: chiamansi palmieri in quanto vanno oltremare, là onde molte volte recano la palma; chiamansi peregrini in quanto vanno a la casa di Galizia, però che la sepultura di sa' Iacopo fue più lontana de la sua patria che d'alcuno altro apostolo; chiamansi romei in quanto vanno a Roma, là ove questi cu' io chiamo peregrini andavano. (Dante Alighieri - Vita Nova - Cap. XL)

I tre grandi pellegrinaggi dell'antichità erano:

Gerusalemme - Roma - Santiago de Compostela

cartina

DOVE ANDARE

Oltre a quelli maggiori (Gerusalemme - Roma - Santiago de Compostela) in passato esistevano altri importanti luoghi di pellegrinaggio: Monte Gargano e Mont Saint Michel per il culto dell'Arcangelo Michele, Tours per venerare San Martino, Loreto per la Santa Casa di Maria ( pellegrinaggio denominato VIA LAURETANA) ....

Attualmente ci sono molti cammini di pellegrinaggio sia in Europa che in Italia, basta avere il CORAGGIO di intraprendere il VIAGGIO. Destati dal torpore e inizia il cammino la strada ti sarà rivelata

Una piccola premessa: chi intendesse effettuare per la prima volta un pellegrinaggio a piedi consigliamo di effettuare per primo il Camino de Santiago ove si vive una atmosfera particolare ... e anche perchè è radicata nella popolazione l'ospitalità e il pellegrino è rispettato in quanto tale.

Elenchiamo di seguito quelli che riteniamo i più significativi e che sono ben organizzati:

CAMINO DE SANTIAGO (Spagna) per andare alla Tomba dell'Apostolo Giacomo il Maggiore;

VIA FRANCIGENA (Italia) per andare alle Tomba di Pietro seguendo l'antica via dei franchi da nord ;

TERRA SANTA (Israele) per andare al Sepolcro di nostro Signore Gesù - da San Giovanni d'Acri (attuale Acco) a Gerusalemme oppure come noi abbiamo fatto da Jaffa (attuale Tel Aviv) solo per pellegrini esperti;

VIA DI FRANCESCO (Italia) cammino dedicato alla predicazione di San Francesco - esistono due percorsi per arrivare ad Assisi: da nord con partenza da La Verna e da sud con partenza dalla Valle Santa Reatina;

CAMMINO DI FRANCESCO (Italia) cammino per visitare la valle Santa Reatina di San Francesco;

DI QUI PASSO' FRANCESCO (Italia) cammino dedicato alla scoperta dei luoghi francescani;

CAMMINO DI MONT SAINT MICHEL (Francia) per andare al Santuario di San Michele Arcangelo;

CAMINO DI FATIMA (Portogallo) da Lisbona a Fatima;

CAMINO DI SANT'ANTONIO (Italia) per andare alla Tomba del Santo.

Abbiamo inserito nei LINKS i siti dei singoli cammini di pellegrinaggio.

QUANDO PARTIRE

Non esiste un periodo "ideale" per partire in pellegrinaggio, il pellegrinaggio viene deciso dal cuore di ogni persona, detto questo riteniamo che il periodo migliore per effettuare un pellegrinaggio a piedi è quello compreso fra Maggio e Settembre. Facciamo notare anche che ogni cammino ha delle peculiarità metereoligiche e delle peculiarità di affluenza. CAMMINO DI SANTIAGO: maggio e giugno e settembre si rischia tutti giorni l'acqua in Galizia ma luglio e agosto vista l'affluenza i rifugi sono sempre pieni. CAMMINO DI MONT SAINT MICHEL: giugno e luglio e agosto sono i periodi migliori vista la latitudine e maggio e settembre si rischia la pioggia e il freddo. CAMMINI IN ITALIA: maggio, giugno e sttembre sono i mesi in cui fa meno caldo ma si rischi l'acqua, mentre luglio e agosto sono i mesi in cui il caldo è elevato. TERRA SANTA (ISRAELE): maggio, giugno e settembre e ottobre sono i mesi in cui il caldo è meno opprimente, buono è anche il mese di novembre. CAMMINO DI FATIMA: valgono le stesse considerazioni del Cammino di Santiago. Qui sotto riportiamo i LINK dei siti meteo per verificare prima di partire come sono le condizioni climatiche.

METEO ITALIA METEO SPAGNA

.

 
METEO FRANCIA METEO ISRAELE

 

METEO PORTOGALLO

COSA PORTARE

IL NECESSARIO PER UN PELLEGRINAGGIO A PIEDI

NELLO ZAINO

IGIENE

INDUMENTI

DORMIRE

DENTIFRICIO

SPAZZOLINO

SAPONETTA MARSIGLIA

ASTUCCIO SAPONETTA

4 PACCHETTI FAZZOLETTI DI CARTA

(RASOIO -  SCHIUMA DA BARBA

DOPO BARBA)

1 FELPA (MICRO PILE)

3 FAZZOLETTI

3 MUTANDE

3 PAIA DI CALZE RINFORZATE

3 MAGLIETTE

1 PANTALONE

SACCO A PELO

1 MAGLIETTA PER DORMIRE

1 BERMUDA PER DORMIRE

VARIE

PRONTO SOCCORSO

LAVARSI

TORCIA

RACCHETTE DA TREKKING

SET CARTINE VIAGGIO

10 GUANTI LATTICE

TAGLIAUNGHIE

PORTA DOCUMENTI DA COLLO

COLTELLO MULTIUSO

CARICA BATTERIE CELLULARE

CARICA BATTERIE MACCHINA FOTO

10 ELASTICI

5 METRI DI FILO PLASTICA

10 SPILLE DA BALIA

10 SACCHETTI PER ALIMENTI

3 BUSTE DI PLASTICA

1 ROTOLO PELLICOLA PER ALIMENTI

1 ROTOLO CARTA IGIENICA

MANTELLA PIOGGIA

BORRACCIA

PORTA SCARPE

CEROTTI

GARZE

DISINFETTANTE

GHIACCIO SPRAY

ANTIDOLORIFICO

TACHIPIRINA

CEROTTI VESCICHE (COMPED)

POLASE

FASTUM GEL

GENTALIN BETA

ACCAPPATOIO

ASCIUGAMANO

CIABATTE

 SULLA PERSONA

PANTALONE

MAGLIETTA

PAIO DI CALZE

MUTANDE

SCARPE PER ESCURSIONISMO

FAZZOLETTO DA NASO

BANDANA

CINGHIA

CAPPELLO

MARSUPIO

 PORTAFOGLIO
CARTA DI CREDITO
CELLULARE
OCCHIALI SOLE
OCCHIALI VISTA 
 PENNA
BLOCK NOTES
LIBRO DELLE ORE
VANGELO
MACCHINA FOTOGRAFICA